il Padiglione del Lazio

A Vinitaly 4.400 aziende, per brindare alla ripartenza.

E’ stato un Vinitaly all’insegna della ripartenza quello che si è svolto a Verona dal 10 al 13 aprile, un ritorno alla fiera in presenza, un ritorno della “quasi” normalità, “Vinitaly restart”, per usare un espressione di Veronafiere che ha dato il titolo al convegno inaugurale.

L’intero comparto fieristico e degli eventi, data la sua natura aggregativa e di contatto diretto, è stato tra i settori più colpiti dalla pandemia. Sono stati anni molto complicati, caratterizzati da prolungate chiusure che hanno messo in ginocchio il settore con perdite di fatturato tra l’80% e il 100%. C’era voglia di rincontrarsi senza più la mediazione di uno schermo.

Grandi aspettative dunque per la 54a edizione del salone internazionale dei vini e dei distillati ampiamente confermate da un’edizione di grandi numeri.
Vinitaly 2022 è tornata al posto che gli spetta nel calendario degli eventi internazionali grazie anche ad un importante lavoro di promozione che ha garantito una forte presenza di operatori e buyer internazionali; su 88mila operatori del settore arrivati in fiera nei quattro giorni di apertura, il 28% proveniva dall’estero: 25mila buyer di 139 Paesi diversi, record assoluto da quando il Vinitaly esiste.
Un successo sia in termini di affluenza che di qualità dell’offerta, un’iniezione di entusiasmo e vitalità segno di una grande ripartenza e ci auguriamo di un nuovo inizio.

Veronafiere da sempre organizza direttamente le proprie manifestazioni; Vinitaly, Marmomac, Fieragricola, Fieracavalli e Samoter sono alcuni dei prodotti di successo che riflettono una storica specializzazione nelle filiere legate a wine&food, agroalimentare, pietra naturale, design e macchine per costruzioni. Negli anni l’offerta è stata ulteriormente ampliata ad altri comparti quali le moto custom (Motor Bike Expo) ed il riscaldamento a biomasse legnose (Progetto Fuoco).
Ogni evento fieristico è curato nei minimi particolari, grazie ad un’organizzazione sempre attenta a soddisfare produttori e visitatori; una visione d’insieme che ha innescato un processo virtuoso di miglioramento anche nell’area degli allestimenti, aumentando di conseguenza il valore stesso delle manifestazioni.

Printing Solutions da diversi anni è tra i principali fornitori del sistema Veronafiere; 
collaboriamo inoltre con i più importanti studi di progettazione e realizzazione stand, in qualità di partner tecnologico per la stampa digitale su medio, grande e grandissimo formato. 
Grazie all’esperienza maturata nel campo degli allestimenti, siamo stati incaricati di realizzare i maxi teli in pvc per il rivestimento esterno di circa il 50% dei padiglioni del polo fieristico, caratterizzati da magnifici concept grafici a comunicare ed esaltare valori e legami con il territorio dei grandi produttori dell’eccellenze vitivinicole italiane.
Una superficie complessiva di 7.500 mq. che ci impegnati per l’intero processo produttivo: stampa, taglio, confezionamento, trasporto e montaggio finale.

Tra gli allestimenti più complessi realizzati ma gratificante per il risultato finale, il Padiglione del Lazio, segnalato come uno dei migliori della kermesse, con le sue grandi porte d’ingresso rappresentate da scenografiche maxi bottiglie dal grande impatto comunicativo.